20.5.13


Buongiorno a tutti gli amici di Ora Italia Radio dallo staff di TurismoEmiliaRomagna!

La cartolina che vi spediamo questo mese porta con sé un po’ del profumo di primavera che respiriamo in questi giorni.  Nonostante il tempo non sia stato dei migliori, la bella stagione ha infatti già da qualche settimana bussato alla nostra porta e risvegliato in tutti noi il desiderio di trascorrere del tempo all’aria aperta. 
Come saprete, le gite del weekend con la famiglia qui in Italia sono quasi una tradizione e, vuoi perché le località della Riviera sono vicine e raggiungibili, vuoi perché in questo periodo le colline sono tutte fiorite, quasi tutti noi non abbiamo rinunciato a godere delle bellezze che l’Appennino e la Riviera sanno regalare durante i mesi primaverili. 

Lo sapete, noi italiani amiamo trascorrere le domeniche fuori porta, magari portandoci dietro un pezzetto della nostra casa e della nostra cucina; e così è facile trovare, per chiunque si avventuri sui prati e sulle spiagge italiane durante i fine settimana, piccoli gruppi di persone e amici intendi a preparare un barbecue o a mangiare le lasagne ed altre squisitezze preparati a casa il giorno prima. 
Inoltre la natura, i suoi magnifici colori e intensi profumi sono stati l’oggetto del nostro ultimo contest fotografico e a loro abbiamo dedicato anche le gite e le escursioni che mensilmente proponiamo ai nostri amici.  

Cosa dite? …Dove siamo andati? 
Bhe, nei primi giorni di Aprile abbiamo avuto il piacere di percorre quella che viene chiamata “Via degli Dei” un’antica strada romana -la Flaminia  militare- che da Bologna portava a Firenze e che tutt’ora presenta lungo il percorso diversi resti di ciottolato romano.
La nostra passeggiata, organizzata in collaborazione con la Provincia di Bologna, è rientrata tra le iniziative di Trekking col Treno 2013, un calendario di 52 escursioni  che si effettuano Marzo a Dicembre, sotto la guida degli accompagnatori del CAI -Club Alpino Italiano- che ha cosi  voluto promuovere un turismo naturale sostenibile, tutti i percorsi infatti prevedono lo spostamento tramite mezzi pubblici (treno o bus).
Abbiamo trascorso davvero una bella giornata a contatto con la natura e, nonostante il meteo e le temperature non fossero delle migliori, la bellezza del percorso e dell’ambiente intorno hanno ampiamente ripagato le nostre fatiche.
Verso la metà del mese poi abbiamo deciso di organizzare una giornata a Comacchio e nel Parco del Delta del Po.  Una escursione unica e davvero  sorprendente.
Comacchio infatti è uno dei maggiori centri dell’area del Delta del Po e si dice che la sua origine risalga a più di duemila anni fa! La cittadina sorge sull'unione di tredici piccole isole formatisi dall'intersecarsi della foce del Po col mare, cosa che nel tempo le è valso il soprannome di piccola Venezia, e ha dovuto orientare il proprio sviluppo economico ed urbanistico sull’elemento acqua. Comacchio conserva tutt’ora intatta la sua peculiare caratteristica di città lagunare, fatta di canali e ponti, come il famoso Ponte dei Trepponti, architettura simbolo della rinascita urbanistica seicentesca e luogo privilegiato di osservazione delle “vie d’acqua” della città.

Il Parco del Delta del Po è invece il più esteso fra quelli regionali e offre un patrimonio naturalistico e culturale tra i più interessanti dell’Emilia-Romagna. Nato grazie al deposito di detriti avvenuto nel corso dei millenni da parte del fiume Po, il Delta è contemporaneamente parco terrestre, fluviale e costiero. E’ un’area estremamente florida e ricca di biodiversità: pensate in esso convivono oltre 460 specie animali e circa 300 diverse specie segnalate di uccelli! Tutto ciò fa del Delta del Po la più importante area ornitologica italiana ed una delle più rilevanti d’Europa, tanto che dal 1999 è stato dichiarato patrimonio dell’Unesco. Al suo interno si trovano anche numerose emergenze storico-artistiche come l’Abbazia di Pomposa e Comacchio, luoghi che rendono il parco un vero e proprio “museo a cielo aperto”.

Ve lo abbiamo detto che nel Parco del Delta del Po abbiamo visto anche i Fenicotteri Rosa? Animali stupendi che percorrono ogni anno migliaia di chilometri per spostarsi da un luogo all’altro. Leggeri, aggraziati , colorati, vedere i fenicotteri rosa muoversi nelle paludi del Delta del Po, oltre che ad un bellissimo spettacolo naturale, dona uno strano senso di rilassatezza e calma.
Che dire oltre, se non che sono state due giornate veramente belle e intense, trascorse in luoghi magnifici a contatto con piante e animali affascinanti che hanno fatto crescere il nostro desiderio di uscire e di stare insieme ai nostri amici.


Cosa? Volete sapere se andremo a visitare qualche altro luogo? 
Bhe, il mese di maggio qui da noi è il mese della preparazione all’estate, ed è pieno di belle iniziative a cui andare. In particolare questo mese vede la maggior parte degli eventi dedicata ad un’altra specificità regionale… i motori!
Tutti saprete come l’Emilia Romagna sia la terra dei motori, dalla Ferrari alla Maserati, dalla Lamborghini ai piloti di motociclismo, la nostra regione si è sempre distinta nella storia per la sua passione per la velocità.
Quest’anno, poi, sarà anche il 50esimo compleanno della Lamborghini  le cui celebrazioni toccheranno il culmine dal 7 all’11, quando 1200 km di territorio italiano saranno invasi da centinaia di Lamborghini che raggiungeranno lo stabilimento di Sant’Agata Bolognese per un memorabile raduno.  

Questo mese quindi lo dedichiamo alla scoperta delle più famose case di automobili sportive del mondo, visiteremo i loro stabilimenti, i musei, le collezioni private e avremo modo di andare a bordo pista per vedere un vero gran premio, anche se correranno solamente moto storiche e non i velocissimi bolidi da corsa.

Purtroppo, anche per oggi, il tempo a nostra disposizione è terminato. Ma non disperate, quanto prima vi spediremo le fotografie di ciò che vedremo in questo mese. 

Per il momento però vi dobbiamo salutare...
Un abbraccio dall'Emilia Romagna e a presto!

Walter Manni, Staff TER  

n.d.r: 
brani musicali by Zucchero Fornaciari 
fotografie di @ilnomedellarosa; @turismoer; @soulplace; @ggempol